Liceo “S. Cannizzaro”

Circ. n.18: Procedura per la somministrazione di farmaci a scuola (Personale Scolastico)

A tutto il personale scolastico

Data:
21 Settembre 2022

Roma, 21/09/2022
Circ. n. 18

A tutto il personale scolastico

OGGETTO: Procedura per la somministrazione di farmaci a scuola

Premessa

L’esistenza di problematiche connesse alla presenza di studenti che necessitano di somministrazione di farmaci in orario scolastico esige interventi finalizzati a tutelarne il diritto allo studio, alla salute ed al benessere all’interno della struttura scolastica, con le modalità indicate nel protocollo d’intesa tra Regione Lazio e Ufficio Scolastico Regionale Lazio per la somministrazione di farmaci in ambito scolastico emanato il 31 gennaio 2018.

Considerato che:

  1. il soccorso di alunni che esigono la somministrazione di farmaci si configura come attività che non richiede il possesso di cognizioni specialistiche di tipo sanitario, né l’esercizio di discrezionalità tecnica da parte dell’adulto che interviene;
  2. tale attività di soccorso rientra in un protocollo terapeutico stabilito da sanitari della ASL, la cui omissione può causare gravi danni alla persona;
  3. la prestazione del soccorso viene supportata da una specifica “formazione in situazione” riguardanti le singole patologie, nell’ambito della generale formazione sui temi della sicurezza.
  4. nei casi in cui il soccorso e l’assistenza debbano essere prestate da personale in possesso di cognizioni specialistiche o laddove sia necessario esercitare discrezionalità tecniche, la ASL individuerà le modalità per garantire l’assistenza sanitaria qualificata durante l’orario scolastico.

Iter procedurale a carico delle Famiglie/Modulistica

Per attivare la procedura che autorizza la somministrazione dei farmaci durante l’orario scolastico, i genitori dell’alunno/a provvederanno a far pervenire al Dirigente scolastico formale richiesta sottoscritta da entrambi i genitori, come da allegato modulo (allegato 1) corredata da autorizzazione medica che i genitori potranno richiedere, dietro presentazione della documentazione utile per la valutazione del caso: ai servizi di Pediatria delle Aziende Sanitarie, ai Pediatri di Libera scelta e/o ai Medici di Medicina Generale in cui siano chiaramente indicati i punti sotto riportati.

Nel rilasciare le autorizzazioni i Medici, tramite l’apposito modulo (allegato 2), attenendosi ai criteri di:

  • assoluta necessità;
  • somministrazione indispensabile in orario scolastico
  • non discrezionalità da parte di chi somministra il farmaco, né in relazione all’individuazione degli eventi in cui occorre somministrare il farmaco, né in relazione ai tempi, alla posologia e alle modalità di somministrazione e di conservazione del farmaco;
  • fattibilità della somministrazione da parte di personale non sanitario;

i Medici dovranno indicare in modo chiaro e leggibile:

  • nome cognome dell’alunno;
  • patologia dell’alunno;
  • nome commerciale del farmaco;
  • dose da somministrare e modalità di somministrazione;
  • modalità di conservazione del farmaco;
  • durata della terapia.
  • effetti collaterali
  • indicazioni operative per interventi ed eventuali specifiche somministrazioni per la prima gestione delle urgenze prevedibili per le singole patologie croniche
  • capacità o meno dell’alunno ad effettuare l’auto-somministrazione del farmaco.

 

Auto-somministrazione

Nei casi in cui l’alunno minore abbia raggiunto una parziale o totale autonomia nella gestione della propria terapia farmacologica, d’intesa con il medico e la famiglia, è possibile prevedere l’auto-somministrazione.

  • Per poter soddisfare questa esigenza l’autorizzazione medica, oltre a tutti i punti per la somministrazione dei farmaci a scuola, dovrà evidenziare anche la capacità dell’alunno/a ad effettuare l’auto-somministrazione del farmaco, sorvegliato o coadiuvato dal personale della scuola.
  • La stessa dicitura dovrà essere indicata anche nella richiesta che i genitori presenteranno al Dirigente Scolastico.
  • Per gli alunni maggiorenni andrà presentata apposita dichiarazione (allegato 4)

Procedura attuativa a carico dell’Istituzione Scolastica

Accettata la documentazione precedentemente elencata, il Dirigente scolastico:

  • verifica la disponibilità del personale scolastico (Allegato 5) ad effettuare la somministrazione di farmaci preventivamente consegnati dai Genitori o Esercenti la potestà genitoriale e custoditi a scuola come richiesto dalla famiglia, previa opportuna formazione specifica, effettuata dal Distretto sanitario coinvolgendo anche il Medico curante e la famiglia,
  • invia la documentazione al direttore del Distretto della ASL di riferimento territoriale, includendo le informazioni circa:
  • la presenza di un locale per l’effettuazione dell’intervento;
    • la destinazione di un locale e/o di appositi spazi idonei per la conservazione dei farmaci e delle attrezzature necessari per l’intervento e della documentazione contenente dati sensibili dell’alunno, nel rispetto della normativa vigente;
    • la presenza dell’attrezzatura necessaria (armadietto, frigorifero, ecc.) per la conservazione dei farmaci;
    • la richiesta di formazione in situazione del personale scolastico individuato.
  • predispone l’autorizzazione (Allegato 5a) con il relativo piano di intervento per la somministrazione del farmaco, come da esempio (Allegato 7) specificando, se il caso, che il minore può auto-somministrarsi la terapia farmacologica sorvegliato o coadiuvato dal personale della scuola.

Formazione in situazione (a carico del Distretto Sanitario)

Il Direttore del Distretto sanitario di competenza territoriale, avvalendosi del personale e delle strutture aziendali competenti in materia, prende accordi con il Dirigente scolastico o con il Responsabile della struttura formativa per la realizzazione della formazione in situazione, nel corso della quale viene compilata e sottoscritta dai vari attori un’apposita scheda (Allegato 3).

Registrazioni (a carico del personale che ha effettuato la somministrazione o ha coadiuvato l’alunno all’auto-somministrazione)

Tutti gli interventi andranno annotati, su di un apposito “registro di somministrazione” (Allegato 6) istituito dal Dirigente Scolastico, a cura da parte del personale che ha effettuato la somministrazione o ha coadiuvato l’alunno all’auto-somministrazione

Integrazione tra diritto alla salute e diritto alla riservatezza

Nell’applicazione del presente Protocollo, il trattamento dei dati personali e sensibili e tutte le azioni connesse alla somministrazione dei farmaci sono eseguiti nel rispetto della D. Lgs. 196/2003 e s.m.i.

Assenza di disponibilità del personale scolastico

Qualora nell’edificio scolastico non siano presenti locali idonei, non vi sia alcuna disponibilità alla somministrazione da parte del personale o non vi siano i requisiti professionali necessari a garantire

l’assistenza sanitaria, i dirigenti scolastici possono procedere, nell’ambito delle prerogative scaturenti dalla normativa vigente in tema di autonomia scolastica, all’individuazione di altri soggetti istituzionali del territorio con i quali stipulare accordi e convenzioni.

Nel caso in cui non sia attuabile tale soluzione, i dirigenti scolastici possono provvedere all’attivazione di collaborazioni, formalizzate in apposite convenzioni, con i competenti Assessorati per la Salute e per i Servizi sociali, al fine di prevedere interventi coordinati, anche attraverso il ricorso ad Enti ed Associazioni di volontariato (es.: Croce Rossa Italiana, Unità Mobili di Strada).

In difetto delle condizioni sopradescritte, il dirigente scolastico è tenuto a darne comunicazione formale e motivata ai genitori o agli esercitanti la potestà genitoriale e al Sindaco del Comune di residenza dell’alunno per cui è stata avanzata la relativa richiesta.

Gestione delle emergenze

Resta prescritto in ricorso al Sistema Sanitario Nazionale di Pronto Soccorso nei casi in cui si ravvisi l’inadeguatezza dei provvedimenti programmabili secondo la presente procedura ai casi concreti presentati, ovvero qualora si ravvisi la sussistenza di una situazione di emergenza.

Si chiede al Personale Scolastico di volersi attenere scrupolosamente, per quanto di competenza, a quanto sopra riportato.

Si ringrazia per la collaborazione.

Il Dirigente Scolastico
Prof.ssa Giuseppa Tomao
Firma autografa sostituita a mezzo stampa ai sensi e
per gli effetti dell’art. 3, c. 2 D.Lgs n. 39/93

Allegati (2)

Ultimo aggiornamento

22 Settembre 2022, 08:21